Psicologa Psicoterapeuta Dott.ssa Manuela Ramundo

psicologa monzaMi occupo di interventi psicologici specializzati nel potenziamento del benessere personale, nel supporto in situazioni critiche, nel trattamento di disagi emotivi e comportamentali.

Attraverso colloqui psicologici, valutazioni cliniche e percorsi di psicoterapia ad orientamento cognitivo-comportamentale è possibile rafforzare le risorse personali per affrontare al meglio le difficoltà che possono intervenire in una specifica fase della vita.

Le principali aree di cui mi occupo sono:

Disturbi d’ansia ed attacchi di panico

Hai tachicardia,  sensazione di soffocamento, senso di svenimento, sudorazione, brividi o tremori, fastidi addominali, disturbi del sonno, che non sono dovuti a cause mediche, e ciò ti spaventa? Hai pensieri negativi che non ti fanno vivere serenamente certe situazioni limitandoti molto? E per questo motivo cerchi di evitarle? Questo flusso di pensieri negativi disturba in modo significativo le tue attività quotidiane?  

Un percorso psicologico può essere utile per:

  • gestire e ridurre la sintomatologia ansiosa;
  • gestire e ridurre i pensieri negativi disturbanti;
  • gestire e ridurre i vissuti emotivi negativi (paura, tristezza, vergogna, rabbia, senso di colpa ecc.) legati alle preoccupazioni;
  • gestire serenamente le situazioni quotidiane prima vissute con ansia.

Depressione

Ti senti giù d’umore? Ti senti stanco e senza energia? Il ritmo del tuo sonno è cambiato? Il tuo appetito si è modificato? Non hai più interesse per le attività che prima ti piaceva fare? Hai notato difficoltà di memoria e di concentrazione? Hai meno voglia di uscire? Vedi tutto intorno a te in modo negativo?

Un percorso psicologico può essere utile per:

  • gestire e ridurre la sintomatologia depressiva;
  • gestire e ridurre i pensieri negativi disturbanti;
  • gestire e ridurre i vissuti emotivi negativi (paura, tristezza, vergogna, rabbia, senso di colpa ecc.) legati al disturbo dell’umore;
  • ritrovare un senso di controllo della propria vita;
  • migliorare le prestazioni nell’ambito del lavoro, dello studio, delle relazioni sociali.

Bassa autostima

Vorresti sentirti più sicuro di te stesso e più competente? Ti piacerebbe avere più fiducia in te stesso? Vorresti piacerti di più? Desidereresti migliorare le tue relazioni interpersonali?

Un percorso psicologico può essere utile per:

  • migliorare l’immagine di sè;
  • migliorare il senso di autoefficacia personale;
  • migliorare la gestione dei rapporti sociali.

Difficoltà relazionali

Hai difficoltà a far comprendere all’altro il tuo punto di vista ed il tuo vissuto emotivo? Fatichi a comunicare all’altro le tue esigenze? Non riesci a dire di no alle richieste altrui? Fai fatica a gestire la rabbia? Ti risulta difficile affrontare una discussione o un conflitto?

Un percorso psicologico può essere utile per:

  • migliorare la gestione delle emozioni negative (paura, tristezza, vergogna, rabbia, senso di colpa ecc.);
  • migliorare la gestione di situazioni di confronto o discussione;
  • migliorare la comunicazione e l’interazione con gli altri (familiari, amici, colleghi, conoscenti).

Difficoltà di coppia

Fai fatica a dialogare con il tuo partner? Non sai come affrontare la crisi di coppia che stai vivendo? Vorresti rendere sessualmente più appagante la relazione di coppia? Vorresti costruire un clima di maggiore intesa, stima e comprensione reciproca?

Un percorso psicologico può essere utile per:

  • migliorare la comunicazione con il partner;
  • migliorare l’intimità con il partner;
  • superare una crisi di coppia.

Eventi traumatici

Hai vissuto nel passato e/o nel presente eventi traumatici (incidente, malattia, aggressione, violenza, abuso, catastrofe naturale, maltrattamento, trascuratezza, minacce, bullismo, abbandono, lutto non elaborato)? Hai pensieri, immagini, sensazioni ricorrenti associati a quell’evento che interferiscono con le tue attività quotidiane? Ha disturbi del sonno e spesso fai incubi su questi temi? Hai sintomi ansioso-depressivi? Hai difficoltà relazionali? Eviti di affrontare alcune situazioni?

Un percorso con la terapia EMDR, specifica per il trattamento di esperienze di natura traumatica, può essere utile per:

  • “liberare” le emozioni represse e “congelate” legate all’evento traumatico (paura, colpa, rabbia, vergogna, tristezza);
  • elaborare il significato specifico e l’impatto emotivo che quell’esperienza ha avuto per la persona;
  • vedere le emozioni, le sensazioni e i pensieri negativi associati al trauma come qualcosa di ormai lontano nel tempo, in quanto è stato capito, metabolizzato e superato;
  • eliminare i sintomi fisici e psicologici associati;
  • ritrovare un nuovo equilibrio alla luce delle nuove consapevolezze legate all’esperienza traumatica.

Disturbi da dolore cronico

Soffri di dolore cronico e ciò sta limitando fortemente il tuo funzionamento nell’ambito della vita privata, del lavoro e delle relazioni sociali? Preferisci evitare di affrontare delle situazioni per il timore di provare più dolore?  Hai pensieri negativi che interferiscono sulla qualità della tua quotidianità?

Un percorso psicologico può essere utile per:

  • migliorare la gestione della sintomatologia dolorosa;
  • gestire e ridurre i pensieri negativi disturbanti;
  • gestire e ridurre i vissuti emotivi negativi (paura, tristezza, vergogna, rabbia, senso di colpa ecc.) legati al disturbo da dolore cronico;
  • ritrovare un senso di controllo della propria vita;
  • migliorare le prestazioni nell’ambito del lavoro, dello studio, delle relazioni sociali.

L’elenco completo dei disturbi trattati è disponibile nella sezione “Problematiche trattate”.

 

Psicologo Monza

“Quando non siamo più in grado di cambiare una situazione…Siamo sfidati a cambiare noi stessi” 

Viktor Emil Frankl

 

Propongo, inoltre, un servizio informativo regolarmente aggiornato su contenuti psicologici di comune interesse sempre disponibile on line con articoli attuali provenienti da fonti attendibili.
Per accedere a questo servizio, clicca sulle sezioni dedicate “Per saperne di più” e “I miei articoli”. 

L’area “Domande frequenti” è riservata, invece, alle curiosità che riguardano le informazioni su tempi e costi di un colloquio, il funzionamento per adulti e minorenni, la frequenza e la durata di un percorso psicologico. In questo spazio sarà possibile anche rispondere ad ulteriori quesiti comuni che mi verranno eventualmente posti.

Ogni anno propongo corsi civici comunali con l’obiettivo di divulgare tematiche psicologiche interessanti all’interno di un setting di gruppo nel quale ci si confronta e si sperimentano strategie efficaci utili a migliorare il proprio benessere.
Per tutte le informazioni relative a questo servizio, clicca sulla sezione “Corsi”.

 


Ricevo privatamente a Monza in due sedi:

  • in Via Vittorio Emanuele II, 1 c/o uno studio legale, nell’area pedonale del centro storico;
  • in Viale Libertà 23 c/o lo Studio Fisioterapico Libertà, all’interno di un quartiere a pochi passi dal centro storico.

Ricevo privatamente anche a Rovato e a Brescia.


Per avere maggiori informazioni o fissare un primo appuntamento:

329 18 66 028

psicologomonza@gmail.com

WhatsApp, se non  sono raggiungibile telefonicamente, per richiedere un                      appuntamento. Vi ricontatterò appena possibile.

icona-facebook-icon    Psicologa Monza Dott.ssa Manuela Ramundo


 


Da febbraio 2017 è attivo anche il profilo su Google +!

Venite a visitarlo!

Google plus


NEWS E ARTICOLI INFORMATIVI SULLA PSICOLOGIA

Come aiutare i figli nei compiti scolastici: Alcune utilissime indicazioni per i genitori nell’assistere i figli nello svolgimento dei compiti scolastici. Incoraggiare l’autonomia dei figli e fornire supporto e assistenza solo su loro esplicita richiesta, stimola un atteggiamento fiducioso, motivato e perseverante nel bambino.

Perchè raccontiamo bugie su noi stessi? Potrebbe essere una strategia per proteggere la nostra autostima da aspetti della nostra immagine o del nostro funzionamento che ci possono provocare disagio. In questo modo può considerarsi un meccanismo di difesa attuato con l’intenzione di limitare uno stato di sofferenza emotiva.

Insegnare ai bambini a regolare le emozioni negative (rabbia, tristezza, paura ecc.) è fondamentale per promuovere il loro sviluppo emotivo nel presente, preparandoli allo stesso tempo alle sfide emotive future e prevenendo lo sviluppo di difficoltà nella gestione delle emozioni. Suggerimenti utili, semplici e chiari per i genitori, modelli fondamentali nel percorso di crescita.

Adozione: tappe principali e criticità. Il delicato e complesso percorso dell’adozione è costituito da diverse e specifiche fasi che vanno dalla valutazione di idoneità della famiglia adottiva, al contatto con la famiglia biologica e con bambino adottato, al l’ingresso e all’inclusione nella famiglia adottiva cui si affida il supporto dello sviluppo del bambino attraverso le diverse crisi evolutive.

Quando rivolgersi ad uno psicologo per il proprio figlio: valutare la necessità di un consulto per il proprio figlio non è sempre semplice. Ci può essere utile qualche indicazione per capire meglio se occorre un intervento specialistico in un’ottica preventiva, in modo tale da prendere in considerazione la situazione in una fase non troppo avanzata e rendere così il trattamento più breve ed efficace.

Di cosa si occupa lo psicologo: lo psicologo, a seconda della sua formazione e del suo livello di specializzazione, può occuparsi di diversi ambiti lavorativi. Dalla psicologia clinica, alla ricerca, dalla psicologia della salute alla psicologia dello sport, dalla psicologia forense alla neuropsicologia.

Comunicare in modo costruttivo con i bambini può contribuire in maniera positiva alla loro crescita serena e al loro benessere. Dal confronto tra un tipo di comunicazione costruttiva e un tipo di comunicazione non costruttiva, possiamo osservare come bastino poche, ma fondamentali attenzioni  per trasmettere lo stesso concetto in modo efficace e motivante piuttosto che in modo giudicante e negativo.

Il pianto del bambino è un allenamento all’età adulta: rispondere al richiamo del bambino è importante, ma è altrettanto importante anche il modo in cui lo si fa. La risposta del genitore è centrale per il futuro sviluppo delle capacità di adattamento del figlio. Rispondere in modo adeguato a quelle richieste è il modo più efficace per favorire una buona comunicazione madre-bambino.

Stress in gravidanza associato ad un maggior rischio di sviluppo della depressione post partum: il periodo della gravidanza è particolarmente sensibile rispetto allo sviluppo di sintomi depressivi, in particolar modo se sono presenti fattori stressanti cronici o sintomi ansiosi. Intercettare e intervenire tempestivamente sui primi segnali di malessere può essere decisivo per prevenire una depressione post partum.

Aspettare un figlio: cambiamenti fisici ed emotivi accompagnano tutto il periodo della gravidanza durante il quale i futuri genitori maturano gradualmente il loro nuovo ruolo, nel passaggio dall’essere figli all’essere genitori. Un’attesa ricca di emozioni e riflessioni alla ricerca di nuovi equilibri all’interno della coppia e della famiglia.

Il rifiuto scolastico: l’opposizione ad andare a scuola è una reazione d’ansia che può portare nel tempo ad un rallentamento nello sviluppo intellettivo e sociale del bambino. Per questo è molto importante intervenire subito con strategie psicoeducative e comportamentali sul bambino, il suo nucleo familiare ed il corpo docente.

Abitudine e cambiamento: i comportamenti abitudinari possono essere molto utili perchè guidano il nostro comportamento nella routine quotidiana. Talvolta però si tratta di abitudini che presentano dei limiti e degli svantaggi. In questo caso, esserne consapevoli può essere il primo passo che può motivare la persona ad attivarsi per modificare e cambiare comportamenti automatici non funzionali, superando una iniziale fisiologica fase di ansia dovuta alla novità del cambiamento che potrà portare ad un maggiore benessere generale.

Desiderare e decidere di avere un figlio: la scelta o l’arrivo imprevisto di un figlio rappresentano un evento di una notevole portata per l’equilibrio della coppia. Fantasie, motivazioni, timori, cambiamenti accompagnano i genitori verso il loro nuovo ruolo di madre e di padre che si confronteranno con le loro specifiche esperienze di attaccamento.

Farmaci ansiolitici: esistono diversi tipi di farmaci ad azione ansiolitica; è il medico che, in base alla specifica sintomatologia presente, prescrive il farmaco più adatto alle esigenze della persona. Questi farmaci hanno un’efficacia significativa, ma non sono esenti da possibili effetti collaterali che variano da persona a persona e che vanno segnalati al medico per, eventualmente, modificarne il dosaggio o cambiare il tipo specifico di farmaco.

Ritrovare il desiderio sessuale: ascolto, attenzioni e comportamenti sensibili possono aiutare a riaccendere la passione all’interno di una relazione di lunga data. Tutti gli atteggiamenti che fanno sentire il partner speciale e di valore favoriscono una maggiore desiderio sessuale, anche a distanza di anni.

Omofobia: come la diffidenza verso la diversità può diventare pericolosa e dannosa. False credenze e disagio psicologico.

Neuroplasticità: l’abilità del cervello di modificarsi in funzione delle esperienze. Ecco quali sono i principali vantaggi e svantaggi di questa caratteristica.

 


PARTNERS E COLLABORAZIONI

Collaboro nell’assistere persone che hanno subito danni per errori medici di malasanità e i loro familiari.

Assistenza psicologica per danni da malasanità:

http://www.risarcimentosalute.it/

immagine-rs-e-telefono

 

Collaboro con lo Studio Fisioterapico Libertà di Monza per interventi integrati mirati al trattamento multidisciplinare di disturbi da dolore cronico.

http://www.fisioterapiamonza.it/

logo-studio


 LINK UTILI

http://www.stateofmind.it/ 

http://emdr.it/

http://www.opl.it/index.php

http://www.assomensana.it/

http://psiche.org/

http://www.psiconline.it/

http://www.psichepedia.it/

http://www.guidapsicologi.it

http://www.internazionale.it/scienza

https://it.wikipedia.org/wiki/Psicologia

http://www.corriere.it/salute/

http://www.psicologi-italia.it/index.html