Non so cosa Scegliere! Quando la fatica di decidere ci fa sentire bloccati

non so cosa scegliere indecisione

Decidere etimologicamente significa “tagliare via”, infatti nel momento in cui stiamo scegliendo un’opzione, ne stiamo escludendo un’altra. Questo processo ci porta necessariamente a fare i conti con possibilità e opportunità da una parte e con limiti e rinunce dall’altra. Tante variabili possono guidare il nostro processo decisionale e, quindi, il nostro modo di confrontarci con l’incertezza e il rischio di una scelta.

 L’indecisione si traduce nel rimandare?

A volte, di fronte ad una decisione da prendere, indugiamo e temporeggiamo convincendoci che non sia ancora maturato il momento più opportuno, che non siano presenti le condizioni più favorevoli per decidere riguardo qualcosa che non ci soddisfa pienamente, che l’incertezza delle conseguenze possibili sia troppo difficile da accettare e sopportare. Ma siamo sicuri che arriverà l’occasione ideale, perfetta? E quando? Decidere di non decidere probabilmente finirà per significare accettare passivamente le decisioni di qualcun altro. E’ davvero questo quello che desideriamo?

La nostra indecisione dipende dal timore dei giudizi degli altri e dai sensi di colpa?

Se riconosciamo queste interferenze negative, potrebbe significare che facciamo dipendere le nostre scelte in maniera eccessiva e disfunzionale dalle opinioni degli altri e dalla loro approvazione, altrimenti finiamo per sentirci in colpa. Queste influenze e pressioni esterne contribuiscono a farci sentire schiacciati dal peso della scelta e, quindi, bloccati. Le nostre scelte non sempre accontenteranno le aspettative degli altri, l’importante è che assecondino, per quanto possibile, le nostre esigenze.

Quali sono i nostri reali bisogni, le nostre specifiche esigenze, le nostre aspettative rispetto alla situazione indecisa che stiamo vivendo?

Fare chiarezza su ciò che più ci potrebbe far stare bene è una strategia molto utile sia per focalizzare meglio l’obiettivo che desideriamo raggiungere, sia per dare meno spazio e meno peso ai condizionamenti esterni. Come ci piacerebbe sentirci e vederci dopo la scelta? Che cosa ci piacerebbe scegliere se non prendessimo in considerazione le influenze esterne? Come possiamo rendere meno interferenti queste pressioni?

La nostra indecisione dipende dal timore di assumerci la responsabilità della scelta e delle sue conseguenze?

Decidere certamente significa essere disposti ad accettare la responsabilità di quello che accadrà, ma significa anche contribuire attivamente al nostro benessere, modificando in prima persona la situazione insoddisfacente che stiamo vivendo per cambiarla in meglio.