TERAPIE

“Quando cambi il modo di guardare le cose, le cose che guardi cambiano”
Lao-Tzu

Immagine 6

La psicoterapia è un percorso che accompagna e guida la persona nella gestione di un disagio emotivo e/o comportamentale, temporaneo o di lunga data, per il quale non si è riusciti ancora a trovare una soluzione efficace.
Durante i primi colloqui si effettua una valutazione clinica preliminare per inquadrare i sintomi presenti esaminandone l’esordio, la storia, le manifestazioni e gli effetti negativi sul funzionamento generale della persona, ossia l’impatto sull’area relazionale e lavorativa.
In che modo e in che misura i sintomi stanno limitando la nostra qualità di vita? Se, ad esempio, abbiamo un problema di ansia, che cosa non riusciamo più a fare come prima? Quali situazioni stiamo evitando di affrontare? In quali situazioni ci sentiamo in pericolo? Se, invece, abbiamo un umore depresso, in quali ambiti sentiamo uno stato d’animo di insoddisfazione e fallimento? A quali attività piacevoli stiamo stiamo rinunciando?
Questo primo passo è fondamentale per definire meglio come impostare e personalizzare il percorso di trattamento, i tempi richiesti e gli obiettivi da raggiungere.


La psicoterapia cognitivo-comportamentale è un approccio terapeutico breve che, attraverso il riconoscimento dei vissuti emotivi negativi, dei pensieri disfunzionali e dei comportamenti inefficaci, consente di interrompere lo stato di malessere presente ristabilendo una buona qualità della vita e delle relazioni con gli altri. All’interno di una relazione collaborativa con il terapeuta, si supporta la persona nell’orientarsi di fronte alla situazione critica che sta vivendo, attingendo alle proprie risorse personali e utilizzando in modo attivo le strategie più adeguate. Il percorso psicoterapeutico ha una durata limitata in quanto intende rafforzare la consapevolezza e l’autonomia della persona nell’utilizzo delle tecniche apprese per gestire in modo ottimale eventuali situazioni problematiche future. 


La psicoterapia EMDR è un metodo strutturato di comprovata efficacia nel trattamento e nella risoluzione dei disturbi di origine traumatica che possono derivare da eventi di natura relazionale (umiliazioni, critiche, trascuratezza, bullismo, abbandoni ecc.) oppure da eventi che minacciano l’integrità e la sopravvivenza della persona (terremoti, alluvioni, incendi, incidenti, aggressioni, abusi sessuali, malattie, omicidi o suicidi di persone care). Se questi traumi non vengono adeguatamente elaborati nel tempo, possono rimanere come “congelati” con degli strascichi disturbanti (ansia, insicurezza, attacchi di panico, colpevolizzazione, mancanza di autostima, flash, pensieri e immagini intrusive) che mantengono ancora vivo nel presente il ricordo di quell’evento passato, anche a distanza di molti anni, come se non fosse mai stato superato. La psicoterapia EMDR interviene con la stimolazione visiva alternata destra/sinistra a riattivare la nostra innata capacità di autoguarigione che consentirà di archiviare, senza cancellare, il ricordo traumatico in modo che non sia più minaccioso e disturbante sul presente, diventando un ricordo come gli altri.